La Spezia

Benvenuti a La Spezia, città portuale celebre per la sua baia protetta e il fascino dei suoi vicoli storici.
Conosciuta anche come la “Porta delle Cinque Terre”, offre un punto di partenza ideale per esplorare i molteplici e affascinanti borghi che custodisce il nostro territorio.

Benvenuti a La Spezia, città portuale celebre per la sua baia protetta e il fascino dei suoi vicoli storici.
Conosciuta anche come la “Porta delle Cinque Terre”, offre un punto di partenza ideale per esplorare i molteplici e affascinanti borghi che custodisce il nostro territorio.

Perla nel Golfo dei Poeti

Fin dall’inizio la città ha mantenuto un carattere fortemente turistico ed è stata spesso luogo di villeggiatura della famiglia reale dei Savoia.

Il Golfo dei Poeti, l’incantevole striscia di terra affollata di pittoreschi villaggi sulla costa spezzina, è stato definito “l’anfiteatro delle acque”. Non si sa quale delle due definizioni sia più calzante, ma di certo entrambe contribuiscono a suggerire l’incanto che emana da un paesaggio limpido come un dipinto, perso in una sinfonia di blu che non conosce eguali.

La profonda insenatura che si estende da Portovenere a Lerici ha affascinato i maggiori letterati vissuti a cavallo tra Ottocento e Novecento, che qui hanno trovato ispirazione per i loro scritti, ed è oggi meta di un continuo pellegrinaggio di turisti che accorrono per ammirare i luoghi amati dai poeti. Spiagge sabbiose, piccoli porti caratteristici, fortezze a picco sul mare: il paesaggio si dispiega davanti agli occhi come uno scrigno contenente tesori inestimabili.

Scrittori e pittori che hanno visitato il Golfo dei Poeti.

Lungo la costa transitarono:

Petrarca,
Lord Byron,
Percy Bysshe Shelley e sua moglie Mary,
Henry James,
D.H. Lawrence,
George Sand,
Virginia Woolf.
• Il Premio Nobel Eugenio Montale è nato proprio tra questi luoghi, “asserragliati tra le scogliere e il mare”, ai quali ha dedicato alcune delle pagine più belle della sua poesia. Proprio alla cittadina di Portovenere, situata all’estremità occidentale del Golfo dei Poeti, Montale dedicò versi bellissimi: “Là furesce il tritone/ dai flutti che lambiscono/le soglie d’un cristiano tempio/e ogni ora che si avvicina/è antica.”
• A sua volta, il pittore inglese William Turner immortalò il luogo in un dipinto che ne catturava la luce e il fascino incantevole: I dipinti paesaggistici di Turner, con le loro preziose vedute del golfo, illustravano il Pictoresque Tour of Italy di James Hakewill.
• Sembra che la particolare forma a mezzaluna del golfo abbia ispirato a Botticelli un frammento del celebre dipinto La nascita di Venere.
• Sono molte le storie che si intrecciano con questa insenatura blu e che sembrano ormai intrappolate in questo luogo per sempre, sussurrate come un segreto custodito nel profondo di una conchiglia. Alcune più di altre, come le storie esistenziali di Lord Byron e Percy Bysshe Shelley.

Cenni sull’Arsenale Militare.

E’ verso la seconda metà dell’Ottocento che La Spezia cambia il suo aspetto di piccola città murata, assumendo il rango di capitale militare marittima con trasformazioni sociali ed economiche che porteranno la città da piccolo borgo con circa 11.000 abitanti alle attuali dimensioni di capoluogo di provincia.
Con la costruzione dell’Arsenale, la città cambiò completamente aspetto. Contemporaneamente all’Arsenale, venne costruito un sistema di fortificazioni sulle alture del Golfo e nelle aree circostanti e vennero create importanti industrie legate al settore militare. L’Arsenale è stato teatro di progressi tecnici nel campo della navigazione e delle comunicazioni: qui, infatti, fu progettato e costruito negli anni Novanta dell’Ottocento il primo sommergibile italiano, il Delfino, dal generale del Genio Navale Giacinto Pullino, poi radicalmente modificato in sommergibile nel 1904 su progetto del maggiore Cesare Laurenti; qui furono costruiti anche aerei e idrovolanti. E sempre qui Guglielmo Marconi condusse molti dei suoi esperimenti sulle onde radio.

I musei da visitare in città.

– Museo Tecnico Navale di La Spezia;
– Museo Civico Amedeo Lia;
– Castello di San Giorgio;
– Museo del Sigillo;
– Centro d’Arte Moderna e Contemporanea;

– Museo Etnografico Giovanni Podenzana;
– Museo Diocesano della Spezia;
– Museo Nazionale dei Trasporti;
– Biblioteca Civica Pietro Mario Beghi;
– Fondazione Carispezia.

In posizione privilegiata

54 Rosselli Rooms si trova in pieno centro (all’inizio dell’area pedonale e nel centro storico della città), quindi con molti Ristoranti, Trattorie, Osterie, Enoteche, Bar, Pasticcerie, Cinema, Teatro Civico. A 10 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di La Spezia Centrale e dal traghetto pubblico per Lerici, Portovenere, l’isola Palmaria e i villaggi delle Cinque Terre.

Le Cinque Terre (Riomaggiore, Manarola, Vernazza, Corniglia e Monterosso) sono a pochi chilometri, così come PORTOVENERE, la città medievale di SARZANA, l’anfiteatro romano di LUNI, le eleganti spiagge di Bocca di Magra, Lerici e Tellaro e la famosa Carrara dove Michelangelo raccoglieva il marmo bianco per scolpire i suoi capolavori. La famosa Portofino è raggiungibile in meno di un’ora di auto.

La nostra vicina Toscana: a meno di un’ora di macchina Pisa.

1h/1h30 di auto da Lucca, Firenze, Siena, Portofino, Santa Margherita, Genova, Carrara, la zona del Chianti.
2 ore di auto da Milano e dal triangolo d’oro dello shopping, Monte Napoleone, Brera e Duomo.

E se vi piace lo shopping: Forte dei Marmi, gli Outlet di Serravalle e Fidenza e Barberino… sono molto vicini.

Distanza dai principali aeroporti: Genova e Pisa (50 minuti in auto); Firenze (1 ora e mezza).

Pensi già alla tua prossima vacanza?

Prenota subito il tuo soggiorno a La Spezia!

Per visitare Le Cinque Terre, la Riviera Ligure di Levante, la Lunigiana, la Garfagnana, le cave di Marmo di Carrara, la Versilia e la Toscana (Pisa, Lucca e Firenze a poco più di un’ora di auto o treno).